Archivio della categoria: “working in progress”

Invisible Art

arte invisibile claudio arezzo di trifiletti

Un metro quadrato di bosco, connessi spiritualmente, più che mentalmente. Il Giardino dentro il giardino, uomo saturo di regia, ripete io sono, tralasciando io esisto. Seme che nasce dalla terra, parliamo, blateriamo, in fondo c’è da chiedere scusa al pianeta che calpestiamo, respiriamo. Come ti chiami? Ogni nome ha un significato. Da dove provieni? Viaggi dell’incontro.

Mia Arte Involontaria

Ciao mamma, ti voglio un gran bene, il mio cuore è tuo sacrificio, ora però devo andare. In ordine alfabetico ho incontrato tre S, dentro un nido di carta ho riposto cinque storie custodi del presente.

now is the time

La mappa del mondo antico

Ora è il tempo. Doni del mare, memorie resistono. Energia tutto muove fino a destinazione. Trasformazione, mutazione, emozione, gratitudine, luce. (32/23 – 20/15 cm.)

cosmic space

Lascia stare il sapone, entra dentro la fiamma nella goccia.

hope
hope

Sono sicuro che il prossimo governo, trovi semi di cedimento nella colata di cemento. Sono certo che il politico di domani, porti in mano una bandiera con dentro tutte le mani. Sogno un mondo senza veleno, perché le prigioni non siano coltivazioni, e gli ortaggi non profumino di violazioni. Il mondo cambia, trasforma, contagia, non è il virus il problema, ma è l’emblema di un risveglio. Cosmico è il giorno e la notte, non una nazione, ma l’intera popolazione allo stretto, per necessità di un cosiddetto organo di controllo. Alberi sono la salvezza, alfabeto del Padre dei padri, induce sospetto venerarli, mentre loro osano tagliarli. La cosa più giusta sarebbe rimediare, ma a loro interessa solo mangiare.