Archivio tag: artiste visionnaire

I Tre Punti (Risorse di Colore)

Foglia aggrappata allo stelo accanto per il troppo vento. (Intelligenza Vegetale) – Per assecondare le dinamiche tramandate nel tempo, si adottava il parametro di identificazione del soggetto messo in discussione. Il personaggio andava creato per dare alibi al riflesso delle proprie fragilità. La commedia era tessuta dalla regia fin dalla nascita, i fili corrispondevano linearmente per tutte le comparse che davano adito alla messa in scena. Il tramutare del bene in male e viceversa era la base della struttura. Bisognava liberarsi da quella tossicità, spezzare quel quotidiano, prenderne consapevolezza, sbadigliare come manifestazione di disappunto. (Azione Salvifica)

intelligenza vegetale mondo vibrante quinta dimensione mezzanine living
Mia Azione Salvifica Cortile delle Nevi Claudio Arezzo di Trifiletti
risorse di colore piazza abramo lincoln catania visionaria aglio

L’odore di un tempo. (La Muraglia del Glicine)

Debellare il Rifiuto. Pane Sacro, Rispetto dalla Base. Reimpiego di Tutte le Risorse. Spiritualità della Forma, Espressione del Divino. Ammirare Un Albero Crescere, Sorreggere un Bambino ai primi passi. Rigenerarsi in un Respiro, Assaporare l’Acqua. (Angolazione Natura)

Pane Sacro Arte Involontaria Spiritualità della Forma 1
Pane Sacro Arte Involontaria Spiritualità della Forma 2
Pane Sacro Arte Involontaria Spiritualità della Forma 3
Pane Sacro Arte Involontaria Spiritualità della Forma 4

Ponte Visionario, Unione, Volersi Bene, Abbraccio Spontaneo, Famiglia Connessa, Sentire, Divenire, Spirituale Essenza Illumina all’Imbrunire. Questo foglio contiene una nota prolungata, poetico atto che unisce sentimenti come benedizione a tutti coloro che mi vogliono bene. Sono i nomi di tutte le persone che hanno interagito con me il giorno del mio compleanno. In fondo è un disegno che corrisponde alla matrice dell’amicizia, è un foglio che unisce tutti. (Claudio Mario Andrea)

Claudio Mario Andrea Arezzo di Trifiletti
il bene di questo mondo angelo trovato mezzanine living

Andremo a comprare un vagone di legname e disegneremo un alveare. (Terre di Martorina)

L’UNICA MARCIA E’ PIANTARE ALBERI IN NOME DELLA PACE

(Angelo Trovato) – Quante persone entrano nella nostra vita divenendo familiari! consolatori, consiglieri nel percorso, confronto dell’esperienza, dell’esserci stato. L’incontro, l’incoronazione della fiducia, del calore che solo un cuore che riconosce l’affetto nella semplicità. L’inestimabile nel disinteresse terreno, la via dello spirituale. Una panchina, porto dove ormeggia colui che attende, il quieto che si illumina nel passaggio. Lo Zio Angelo era un anziano signore che sedeva quasi tutti i giorni nella strada che abitudinariamente mi porta al mio vivere: la fiera e la villa. Ciao Zio, dormito bene? Come stai? Questo era l’inizio del nostro toccarci profondamente l’anima, mi voleva bene quell’anziano signore! un profondo dolore, la perdita di un figlio che oggi sarebbe stato mio coetaneo. Quanto era bello Sebastiano! non si dava pace per la sua mancanza, e in lui scoprivo quel tenero uomo. Un cappotto, un pezzo di fodera, un frammento del nostro vivere: IL BENE DI QUESTO MONDO. Mi manchi creatura generosa, di vecchio e antico impasto, codice d’onore era il tuo essere, ti saresti ucciso con le tue mani nello smarrire quel sentiero che ti portava rispetto e tanta ammirazione. Ogni volta che passo dai nostri luoghi ti penso, ti sento e continuo a sentire la tua presenza. Grato / Piccoli Soli d’Argilla, Via Umberto. (Catania Visionaria)

piccoli soli d'argilla claudio arezzo di trifiletti
catania visionaria via umberto formikepazza angelo trovato

Tutto diviene ricchezza con la scintilla del genio responsabile. (Ritrovamenti Urbani)

Il primo dominio ebbe inizio nelle giovani teste facilmente omologabili all’autodistruzione, il seguito avvenne per un principio dovuto alle leggi dell’incoscienza. (Scritto Contemporaneo)

Tutto diviene ricchezza con la scintilla del genio responsabile. (Ritrovamenti Urbani)

Un pezzo della mia storia

Proprio oggi, il sette Marzo 2007, varcavi lo spazio celeste, ed io oltre quel mondo udivo i tuoi passi. In quel periodo stavo sviluppando imprints New York, vivevo a Manhattan e ogni momento ero impegnato da questo progetto molto ambizioso oltre che rischioso, erano passati ancora pochi anni dalle Torri Gemelle. Nel vivere la Grande mela la sincronia era complice nel portare a termine in maniera stupefacente quel sogno di unire le persone in una profonda impronta di responsabilità nei confronti non solo di Madre Terra ma di tutta l’Umanità. Il sei mi trovavo al Central Park e fui attaccato da una strana sensazione, quando tornai a casa, precisamente a Mulberry Street, per le scale sentii delle presenze, ombre che mi sfioravano. Entrai a casa e mi misi in meditazione, poi telefonai a mia madre che mi tranquillizzò che era tutto ok. Cicetto, come lo chiamavamo affettuosamente noi nipoti, era a letto in uno stato oramai quasi vegetativo, per quanto la limitazione considera quello stato privo di pensiero, per me invece rappresenta un pensiero complesso che tutto sente e comunica sotto altri denominatori. Prima che partissi, fronte con fronte ci eravamo ripromessi di riabbracciarci ancora. Il giorno prima di fare rientro in Sicilia, per la troppa stanchezza, mi ero fatto molto male alla caviglia. Ricordo come ieri, il saltellare di gioia con un piede per riabbracciarlo, ma appena entrai nella sua stanzetta, quel letto era vuoto e mi fece sprofondare in un pianto di vero amore, credo sia stata l’ultima volta che ho pianto. Il caso: a Trecastagni, Cicetto aveva fatto progettare una casetta davvero carina a mio padre, in quel terreno ovunque spuntavano mimose, era un giardino di rose e mimose. Per me la festa delle donne e anche un bacio eterno col mio nonnino. Anche se non è presente fisicamente, solo il pensarlo mi sostiene e nutre di tutti i valori che lo rendevano un uomo raro e saggio. (Casa Museo Sotto l’Etna)

Claudio Arezzo di Trifiletti Mario Santagati

Appartengo a questa terra

Vorrei concedermi uno spazio con dentro l’interezza delle albe e dei tramonti di un tempo dove la natura era guida e la voce era coscienza. Salendo le scale, l’aria sembra essere di montagna, nelle strade e in tutto l’isolato si respira degrado. Paolo, ogni volta che vi penso sento il nostro mare, quella spiaggia meravigliosa che avete adottato, le vele, l’ancora e le voci del vento che accarezzano l’albero centrale. Spero presto venire a piantare radice. Ho uno stelo di rosa all’ingresso, era la festa di Santa Lucia, che bel nome Lucia, cugina diretta di Agata. Pane di forno a pietra fatto con acqua di sorgente, questo scriverei se dovessi divenire panificatore. (Grato)

accudire mezzanine living sogno sociale argilla spirituale arte involontaria
Natalie Arezzo Elefantina della prosperità 5

(3) “Accudire” – Natalie, Elefantina della Prosperità

Mazara del Vallo Visionaria

Così, con un gesto devoto, bere l’acqua nel cavo delle mani o direttamente alla sorgente, fa sì che penetri in noi il sale più segreto della terra e la pioggia del cielo. (Marguerite Yourcenar) – Sfere Rispetto Pianeta 461/470. Vedo dei bagliori in cielo, tutto sembra mutare. Ospiti di passaggio oserei narrare, Potenzialità ignorate si riversano nell’inutile divenire. La perfezione di una conchiglia, una bolla d’aria custodisce l’onda di quel tempo. Lentezza di un calesse che accompagna cerimonia a cavallo, Strade pulite e infiorate, Molte madri si sono riunite dopo i campi, Alla sorgente si sono appellate, Meditano silenziosamente lo scorrere della parola, In cuore loro raccomandano i figli a quell’amore viscerale, Benedetto il giorno si lascia la luna entrare dentro le mura. (Sicily needs love)

Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 13 vedo dei bagliori in cielo, tutto sembra mutare
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 461
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 14 ospiti di passaggio oserei narrare
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 462
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 15 potenzialità ignorate si riversano nell'inutile divenire
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 463
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 16 la perfezione di una conchiglia, una bolla d'aria custodisce l'onda di quel tempo
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 464
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 17 lentezza di un calesse che accompagna cerimonia a cavallo
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 465
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 18 strade pulite e infiorate
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 466
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 19 molte madri si sono riunite dopo i campi
spheres imprints of peace respect the planet sicily contemporary painting claudio arezzo di trifiletti 467
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 20 alla sorgente si sono appellate
spheres-imprints-of-peace-respect-the-planet-sicily-contemporary-painting-claudio-arezzo-di-trifiletti-468
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 21 meditavano silenziosamente lo scorrere della parola
spheres-imprints-of-peace-respect-the-planet-sicily-contemporary-painting-claudio-arezzo-di-trifiletti-469
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 22 in cuore loro raccomandavano i figli a quell'amore viscerale
spheres-imprints-of-peace-respect-the-planet-sicily-contemporary-painting-claudio-arezzo-di-trifiletti-470
Mazara del Vallo Visionaria Sicily needs love 23 benedetto il giorno si lasciava la luna entrare dentro le mura

Trapani Visionaria

La mente non ha bisogno, come un vaso, d’essere riempita ma piuttosto, come legna, di una scintilla che l’accenda. (Plutarco) – Sfere Rispetto Pianeta 411/420. E’ davvero un bel vaso, raro incontrarne, bisognerebbe rincollarlo, stringerlo con una corda, ha subito un trauma e la vita che custodisce è preziosa. Parlare allo spirito, guardare con gli occhi del riparo. Mi sono fermato sentendo anche con gli occhi del bambino, Il rispetto di una tenda dinanzi l’ingresso, L’essere insieme in uno spazio condiviso aperto al rinnovamento, Ritrovare il braccio smarrito di un familiare che luccica all’improvviso. Affidarsi, oltre il vedere la fantasia è timone. Cauti nel giudizio, prudenti nell’augurio. Ora della sabbia accarezza il nostro viso, Arrivato il tempo di concederci all’arrivederci. (Sicily needs love)

411-Sfere-Rispetto-Pianeta-Acrylic-Claudio-Arezzo-di-Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 66 e' davvero un bel vaso, raro incontrarne, bisognerebbe rincollarlo, stringerlo con una corda, ha subito un trauma e la vita che custodisce è preziosa
412 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 67 parlare allo spirito, guardare con gli occhi del riparo
413-Sfere-Rispetto-Pianeta-Acrylic-Claudio-Arezzo-di-Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 68 mi sono fermato sentendo anche con gli occhi del bambino
414 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 69 Il rispetto di una tenda dinanzi l'ingresso
Sfere-Rispetto-Pianeta-Acrylic-Claudio-Arezzo-di-Trifiletti-.jpg
Trapani Visionaria Sicily needs love 70 l'essere insieme in uno spazio condiviso aperto al rinnovamento
416 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 71 ritrovare il braccio smarrito di un familiare che luccica all'improvviso
417 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 72 affidarsi, oltre il vedere la fantasia è timone
418 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 73 cauti nel giudizio, prudenti nell'augurio
419-Sfere-Rispetto-Pianeta-Acrylic-Claudio-Arezzo-di-Trifiletti
Trapani Visionaria Sicily needs love 74 Ora della sabbia accarezza il nostro volto
420 Sfere Rispetto Pianeta Acrylic Claudio Arezzo di Trifiletti

La memoria respira in tutto, tutto ha il respiro della memoria.

In questioni di scienza, l’autorità di un migliaio di persone non vale tanto quanto la scintilla di ragione di un singolo individuo. (Galileo Galilei) – Salivamo sempre in quel terrazzo sopra il portone a guardare le stelle, mi piaceva molto nella semplicità sentire senza accorgermi di quanta storia ci avesse preceduto. (Terre di Martorina) / Basta la luce giusta e tutto riprende parola. Questi due corpi altro non sono che temporali e belle giornate dinanzi un tempo protetto. Sono stelle e Luna trascorsa, vita silenziosa che si nutre di creazione. (Mezzanine Living)

mezzanine living la torre
mezzanine living vento di sud ospiti in cortile

La compassione è la base della moralità. (Arthur Schopenhauer) – Vento di Sud, Ospiti in Cortile.

Il solleticare delle montagne

Ieri mattina mentre sorseggiavo il primo caffè, rigorosamente della moka, inavvertitamente nel prendere il posacenere dal lavabo ho urtato la tazza del caffè facendola finire sul pavimento. A casa avevo solo tre tazze, ora ne ho due, una rossa e l’altra gialla, quella verde mi si è rotta. Quando si rompe qualcosa può essere di buon auspicio, a volte anche disfacendosene per non conservare il trauma. Secondo Il Kintsugi, risanandola con dell’oro, insegnerebbe ad accettare e accogliere le nostre ferite anziché rimuoverle, trasformandole in punti di forza. Raccolti i cocci, ho sentito immortalarli dentro un contenitore che sembrava lì ad aspettare. Per me la bellezza è sentimento, un racconto vivo. Il valore dell’opera deriva dal vibrare della stessa, quando è reale suscita emozione, autentica luce. Questo potrà sembrare soggettivo, tutto può riprendere valore, dipende solo dall’angolazione. / Scale del sapere, Porta delle Soluzioni, Colorazione semi per un mare di sole.

arte involontaria
alla corte dei sogni mezzanine living arte involontaria 2
la porta delle soluzioni catania visionaria
arte involontaria uso e riuso della materia colorazione semi

Lo studio e la ricerca della verità e della bellezza rappresentano una sfera di attività in cui è permesso di rimanere bambini per tutta la vita. (Albert Einstein)