Archivio tag: villa bellini

Decadence / Sogno Sociale

Non desidero fare polemica ma questo modo di operare mi ferisce l’anima. Il Parco delle Carrozze dovrebbe essere Normalità tramutarlo in Parco Alberato, Il Giardino dentro il giardino. Catania ne Ricaverebbe infiniti Privilegi. Le alte temperature raggiunte nei giorni passati sembrano non fare riflettere l’attuale amministrazione. (Villa Bellini) / Il discorso è fin troppo complesso, e davvero credo che a questo punto la mia speranza che un’illuminazione possa folgorare le coscienze. Esseri di passaggio anche se eterni cercano lasciare impronta. Il cemento col tempo ritorna polvere, la pietra resiste nel tempo. Il Giardino dentro il giardino era un sogno, ma di sogni democratici sembra non rimanere traccia. Che dire: ho fatto un sogno, a questo punto credo sia stato avveniristico. Gente viveva sotto terra, usciva raramente da quei rifugi, è il colmo che Catania, la Sicilia sogno d’Europa dovesse vivere tali dinamiche. (1mqdb)

decadence villa bellini catania visionaria più alberi meno eventi formikepazze
decadence villa bellini catania visionaria parco delle carrozze necessita alberi 1mqdb Mia
decadence villa bellini catania visionaria il trionfo dei cessi
decadence villa bellini catania visionaria gestione inappropiata degli spazi
decadence villa bellini catania visionaria gestione indecorosa

Memoria delle Campane

«Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza» (Inferno, c. XXVI, vv. 118-120). Fare del bene, bellezza risiede nel colore della nostra luce interiore. Inestimabile valore custodisce la vita, azioni accompagnano destinazioni. Reggere il carico stando attenti nella stanchezza a non cedere. Vivere nel silenzio aiuta sentire la marea alzarsi. Svegliarsi dal torpore, tempi artefatti. – Platani Alberi Filosofali Parco della Gentilezza (Il Giardino dentro il giardino) – Agave Spiritualità della Forma – Essere dove servire (Il Terzo Fiore)

Agave Spiritualità della Forma 1mqdb Verde Urbano Artista Mediterraneo
Essere dove servire Catania Visionaria Terzo Fiore Arte Involontaria Mediterranean Artist
Spiritualità Sant.Agata Madre Etna imprints of peace world needs love catania visionaria

Luoghi del cuore – Natura del fiore – L’astronauta – Arte del mio mondo (Tetti di Speranza) – Imprints of Peace – Artista Mediterraneo – Le gambe del Tavolo (Via delle Rose) – A Te Appartengo Signore della Pace (Tre è il numero del Re) – Memoria delle campane – Padre Nostro che sei Nei Cieli Proteggici da Mali e Pericoli – Preghiera condivisa sentimenti in memoria / Zeno e Fattore.

1mqdb Natura del fiore Vulcania Imprints of Peace
claudio arezzo di trifiletti arte involontaria mezzanine living casa museo sotto l'etna l'astronauta
claudio arezzo di trifiletti arte del mio mondo tetti di speranza
imprints of peace 1mqdb mediterranean artist
preghiera condivisa sentimenti in memoria sicily contemporary artist
claudio arezzo di trifiletti imprints of peace mediterranean artist
claudio arezzo di trifiletti le gambe del tavolo via delle rose
Padre Nostro Che sei nei Cieli Proteggici da Mali e Pericoli Catania Visionaria
Tre è il numero del Re, A Te Appartengo Signore della Pace Casa Museo Sotto l'Etna
claudio arezzo di trifiletti memoria delle campane mezzanine living

planet spirituality

uso e riuso della materia riscatta piana sicily needs love

Uso e Riuso della Materia (Percorso Inverso) Riscatta Piana (Catania Visionaria) – Pianeta, Profonda Spiritualità – La mia seconda casa è Manhattan. (2007) Per la prima volta raccoglievo impronte per dipingerle. Era Primavera quando il 36simo piano dell’Empire State Building ospitava l’elaborato. (imprints of peace)

Era del disarmamento, osservazione

1mqdb il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria imprints of peace sicily needs love
il giardino dentro il giardino tamburi di pace villa bellini 1mqdb verde urbano primitivo
fontana dei malavoglia verde catania visionaria 1mqdb piazza giovanni verga carmelo mendola
piazza giovanni verga catania visionaria 1mqdb cerchi d'oro verde urbano

In arrivo due milioni di euro grazie al Pnrr per rigenerare lo storico Giardino Bellini / Parco delle Carrozze, Più alberi Meno eventi. Fontana dei Malavoglia Carmelo Mendola – L’acqua è bianca e verde, c’è caldo e manca l’ossigeno, le radici hanno sempre meno spazio, la terra desidera respirare. (Piazza Giovanni Verga)

mezzanine living respect planet poetica della filosofia viva
respect planet la mappa del mondo antico risanare ferite con l'acqua rispetta la pietra
la rete di saturnino arte concettuale claudio arezzo di trifiletti mezzanine living
mezzanine living respect planet sicily needs love geraneo mediterraneo

Poetica filosofia viva – La rete di Saturnino – Geraneo. /Ho provato con l’acqua risanare ferita, resta un trauma a discapito dell’essenza, un ricordo che oggi chiamo lutto. Un coccodrillo chiude un occhio mentre gli uomini bevono al fiume. (Pesce Toni)

memoria di un lutto palazzo speciale
piccoli soli d'argilla dipinti d'oro custodiscono semi albicocca arte involontaria impronte di pace labirinti del colore mezzanine living

Piccoli soli d’argilla custodiscono semi – A Trecastagni, regno incontrastato di (Cicetto) mio nonno, avevamo un albero di albicocche, ricordo la generosità di quella creatura come sentisse i passi di gioco di noi bambini che armavamo di fango. Mangiavamo in estate molte albicocche, mia nonna elaborava una buonissima marmellata. (Labirinti del colore)

rispetta la pietra mondo vibrante pianeta in sala rianimazione
palazzo speciale imprints of peace memoria della pietra arte involontaria humus gammazita catania visionaria
società invivibile quarta dose
memoria della forma mezzanine living
radici intercedono quanticità della memoria trasferimento del contenuto ponte tra cielo e terra
ricostruzione di una dimora arte involontaria della memoria 1mqdb impronte di pace
rispetta la pietra memoria del pianeta suono intenso e silenzioso respira la terra

Società, quarta dose. Memoria della forma, ricostruzione di una dimora

contemporary fantasy

1mqdb contemporary fantasy arte involontaria
il giardino dentro il giardino sicily contemporary fantasy 1mqdb villa bellini
natura primitiva fantasia contemporanea verde urbano 1mqdb
Il Giardino dentro il giardino arte involontaria contemporary fantasy
contemporary fantasy sicily 1mqdb il parco ritrovato Mia

L’esistenza di una fiaba, luogo magico, geometria della natura. Concezioni astrali e bigottismo popolare. Mi piace il mondo dove sono capitato, a volte penso a quanti incontri mi ha donato, quanta storia dentro un bacio. – Il Giardino dentro il giardino, Il Parco Ritrovato.

The Garden inside the garden

C’è un nuovo mondo davanti ai tuoi occhi!
Chiunque attraversi il nostro cammino ha un messaggio per noi… Altrimenti avrebbe scelto un’altra strada o se ne sarebbe già andato. Nulla avviene per caso è il principio di ogni illuminazione. Chi ha orecchie per udire saprà cogliere. Ciascuno per parte sua nel medesimo flusso dell’esistenza evolutiva. (La profezia di Celestino)

Non cerco attenzioni, comunico quello che sento.

Thinker of this world Art poses a question: Finding a Solution. Authentic angles, the natural essence stripped of the artifact.

A world manifests itself

Androne guarda verso l’Africa.
Il Giardino Rifugio – Catania, Villa Bellini

Mezzanine Living October
Mezzanine Living October

Un viale, dei cipressi, un luogo permette ad un altro luogo respirare.
Incroci, salotti, coro di voci e canti.
Scale, alberi e sedili, edera si arrampica, fontane intonano il volo dei piccioni, foglia chiede parola, il vento la consola. Luoghi coccolano la realtà. Terra, stelle, pianeti, acqua, luce.
Amicizia stabilita tra elementi, porta il sigillo del fuoco.

arte involontaria
arte involontaria
project world needs love
project world needs love

collage

Mi sembrava un riccio, pensai come si fosse ricordato proprio in quel momento, guardai meglio, era una goccia del vulcano, si una pietra che respira, cristallosa oserei. Quanti petali ha un fiore, poi lo stelo, le foglie, l’apparato radicale e il vento, l’odore della terra al mattino, quando il sole inizia a svegliare il coro. C’è uno spettacolo fatto di particolari, bisogna lasciare lo sguardo al caso, seguirlo senza dargli il minimo sospetto della nostra presenza.

canti di pace
canti di pace