Archivio tag: memory

The telling of tales

The telling of tales
Il Racconto dei racconti

Ho ritrovato il cavalluccio marino di Ognina, bagni di un bambino, con la maschera era frequente osservarli, elegante danza delle correnti. Fluido mare sostiene protesta verso questo andare. Argilla ricorda, saliva conserva, conchiglia ristora. Un drago si è trasformato in cigno.

In your hands my heart

Di solito mio nonno non prendeva la macchina dal garage, saliva a Trecastagni (CT) a dare da mangiare ai cani con un’altra macchina. Quella mattina il caso volle che prese la macchina dal garage, usata rare volte come proseguo dal letto. Quando davvero ero stanco, certo calie non convenzionali, non mi vergogno, ma era doveroso continuare a dormire. Questa mattina mi ha stretto il cuore, vedendo Mia dormire mentre facevo strada in macchina, che sia all’andata che al ritorno, fece finta di non vedermi, e quel giorno rimase un segreto tra noi.

nelle tue mani il mio cuore

social house contemporary artist

Era nato, e fin dalla nascita si era dovuto mettere al riparo, in fuga tra i deserti perseguitato dalle maledizioni di tutte le famiglie vittime del sacrilegio. Ma si può nascere maledetti e onorati? Si può crescere perseguitati? Gesù che molti nominano, l’Immacolata Concezione che molti pregano, partorisce un peso insostenibile, se non con l’aiuto della Misericordia Celeste. Lei giovane Creatura iniziata fin dalla nascita, accompagnata dal prescelto, umile costruttore di porte e tetti, Giuseppe. Sacra Famiglia in salvo grazie ad un somaro, trovando riparo nelle misere gocce di una rosa. Periodo contemporaneo, l’inganno si è fatto strada, il pagano sconosce il miracolo, lo Spirito aleggia. Il Colosseo nato come raffigurazione dell’Eden, si trasforma in bocca di sangue, l’atroce spettacolo è servito. Cristiani perseguitati, per riconoscersi con un bastone solcano un semicerchio all’incontro, nasce un pesce. Ci nutriamo di terrore, ci chiudiamo come parassiti, preghiamo dentro montagne saccheggiate, riempiamo i Santi d’oro e gioielli, quando in vita li ripudiavano. Desideriamo ancora più velocità. La verità è dinanzi i nostri cuori, sta nascendo la realtà di chi realmente siamo.

Mezzanine Living

Archivio Fotografico Alessandra Saccà +39 339 5384815 www.alessandrasacca.com

sanctuary of odors

Santuario degli odori, Mezzanine Living

Santuario degli odori, Mezzanine Living – Entusiasta di tutta la bellezza, importante metterla in luce. Risveglio coscienza, emozionante, immortale, viaggia verso l’infinito cosmico. – Ho visto negli spazi fra le parole del testo. Ho sentito negli spazi fra le parole del testo. Ho immaginato spazi ancora più grandi di quelli fra le parole del testo. Conosco Mia e la sua voce. Grazie, Carmencita Catania.

train traffic light

Semaforo Treno. Sensibilità, mente connessa che comunica con l’universo. Un seme ho trovato, un albero ho immaginato. Questa mattina la luce è calda.
Semaforo Treno. Sensibilità, mente connessa che comunica con l’universo. Un seme ho trovato, un albero ho immaginato. Questa mattina la luce è calda.

Don Quixote, the secrets of the Nile and Morfeus

Acrylic 2- 235/50 cm

I dream of a colorful world

Alfio Russo Artista di Lentini

Alfio RussoSogno un mondo a colori#sicilycontemporaryartist

Gepostet von Formikepazze am Freitag, 8. März 2019

 

Sogno liberare Lentini dalle discariche senza coscienza, liberarmi da quella orrenda visione, di montagne foderate a lutto, un giorno spero superare. Sognatori si tuffano, ognuno nel proprio mare, anche se poi nella realtà, il mare, le montagne, l’aria che respiriamo è una, è di tutti. Il mondo davvero chiede Amore.

Sicily needs love

memory

memory

Nella nostra mente nascono, vivono, crescono, convivono le nostre personalità. Sono sempre con noi, sono la nostra storia, sono il nostro reagire, ma non sono noi. Sono le voci che ci sussurrano, bisbigliano, consigliano in base al nostro vissuto, utilizzano caratteri forti per prevalere in base al momento che stiamo vivendo, ma non sono noi, sono solo il nostro riflesso nella nostra memoria. Noi conviviamo con noi stessi, chiedendoci di continuo chi dover scegliere dalla nostra compagnia, ospitata dalla nostra mente. Siamo liberi di scegliere quale voce ascoltare, quale copione recitare, ma noi non siamo attori, l’attore non è autentico. Esistono Angeli, esiste la voce della Coscienza, che funge da antifurto, attivandosi in disturbo dell’essere, se ascoltiamo una voce, solo perché prevale, mettendoci fuori sintonia con tutto ciò che ci circonda. Esiste lo Spirito, che entra ed esce dal nostro tempio portando in cambio Vita. Esiste il presente, ma esiste soprattutto una Verità Assoluta, figlia dell’Onniscienza, fuori da ogni Tempo, fuori da ogni Spazio, perché in Lei tutto Vive. Siamo Vita, ma non siamo consapevoli di farne parte.