Archivio tag: respek vir die planeet

Era del disarmamento, osservazione

1mqdb il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria imprints of peace sicily needs love
il giardino dentro il giardino tamburi di pace villa bellini 1mqdb verde urbano primitivo
fontana dei malavoglia verde catania visionaria 1mqdb piazza giovanni verga carmelo mendola
piazza giovanni verga catania visionaria 1mqdb cerchi d'oro verde urbano

In arrivo due milioni di euro grazie al Pnrr per rigenerare lo storico Giardino Bellini / Parco delle Carrozze, Più alberi Meno eventi. Fontana dei Malavoglia Carmelo Mendola – L’acqua è bianca e verde, c’è caldo e manca l’ossigeno, le radici hanno sempre meno spazio, la terra desidera respirare. (Piazza Giovanni Verga)

mezzanine living respect planet poetica della filosofia viva
respect planet la mappa del mondo antico risanare ferite con l'acqua rispetta la pietra
la rete di saturnino arte concettuale claudio arezzo di trifiletti mezzanine living
mezzanine living respect planet sicily needs love geraneo mediterraneo

Poetica filosofia viva – La rete di Saturnino – Geraneo. /Ho provato con l’acqua risanare ferita, resta un trauma a discapito dell’essenza, un ricordo che oggi chiamo lutto. Un coccodrillo chiude un occhio mentre gli uomini bevono al fiume. (Pesce Toni)

memoria di un lutto palazzo speciale
piccoli soli d'argilla dipinti d'oro custodiscono semi albicocca arte involontaria impronte di pace labirinti del colore mezzanine living

Piccoli soli d’argilla custodiscono semi – A Trecastagni, regno incontrastato di (Cicetto) mio nonno, avevamo un albero di albicocche, ricordo la generosità di quella creatura come sentisse i passi di gioco di noi bambini che armavamo di fango. Mangiavamo in estate molte albicocche, mia nonna elaborava una buonissima marmellata. (Labirinti del colore)

rispetta la pietra mondo vibrante pianeta in sala rianimazione
palazzo speciale imprints of peace memoria della pietra arte involontaria humus gammazita catania visionaria
società invivibile quarta dose
memoria della forma mezzanine living
radici intercedono quanticità della memoria trasferimento del contenuto ponte tra cielo e terra
ricostruzione di una dimora arte involontaria della memoria 1mqdb impronte di pace
rispetta la pietra memoria del pianeta suono intenso e silenzioso respira la terra

Società, quarta dose. Memoria della forma, ricostruzione di una dimora

Museo del paradossale, Neutralità

ponti dell'avvenire fantasia del domani mezzanine living
palazzo Speciale mezzanine living luci ombre e strutture di memoria vento che accarezza l'alito del racconto
oro è il rispetto della luce piccoli soli custodiscono semi 1mqdb atreius arte involontaria argilla spirituale

Ponti dell’avvenire, fantasia del domani. Luci, ombre e strutture, memoria. Vento accarezza alito del racconto. Oro è il rispetto della luce, piccoli soli di argilla custodiscono semi. Origine (Tre Ulivo/Datteri). Pietra, respiro del seme, tetto del mio cielo. L’arte più antica è la magia dell’amore. Furono tra i primi i Re Maghi a portare omaggio alla Nascita del Verbo. Ad ogni azione corrisponde una reazione, fai del bene e dimenticatene. Pensiero guida alimenta pace, candore.

mezzanine living cantiere comune neutralità del bianco
cantiere comune arte involontaria mezzanine living memoria della pietra respiro del seme
mezzanine living cantiere comune arte involontaria impronte di pace passione casa rispetto pianeta uso e riuso

È il solleticar della mente a ricordarci emozioni vive. Non fare inaridire il proprio cuore. Dovreste svegliarvi per qualche momento di notte quando il silenzio trona, avvertire la gravità della terra. La traccia diventa necessaria per divenire cielo pieno. (Bianco)

vibrant world spirito materia arte involontaria mezzanine living
argilla spirituale statua semenza il giardino dentro il giardino mezzanine living le polveri dell'etna
arte involontaria un pensiero filosofico che parte dalla sicilia uso e riuso della materia respiro viscerale mezzanine living

Buste di carta, l’uomo ci commercia frutta e verdura, al mercato ritrovo l’orecchio del popolo, culla del sapere. Il contenitore e il contenuto, il primo regge l’influsso involontario, il secondo si affida alla buona sorte. Ancora, porto della saggezza. Pensiero filosofico, contenuto della parola, libertà dello spirito creativo, armonia solenne delle stelle, madre acqua.

catania visionaria arte involontaria mezzanine living argilla spirituale ancora alle origini porto della saggezza
arte involontaria uso e riuso della materia rispetto pianeta mercato storica catania visionaria mezzanine living
arte involontaria contenuto della parola libertà dello spirito creativo armonia solenne delle stelle madre acqua
uso e riuso della materia carta buste della fiera catania visionaria respiro viscerale rispetto pianeta madre acqua
neutralità del bianco cantiere comune catania visionaria arte involontaria mezzanine living

Planet Responsibility

pietra lavica terra d'amare sicilia isola mediterranea sicily needs love vibrant world

La Sterna Paradisaea (Vorrei essere una Sterna paradisaea)

“Amor Unius inextinguibilis”

Proclo, In Parm., (cfr. Proclo, Par., VII, 54, 21) // (cfr. Werner Beierwaltes, Proclo, I fondamenti della sua metafisica, intr. Giovanni Reale, Vita e Pensiero, p. 341) // “E’ il Vero Bene che tiene insieme le cose del mondo”, Platone, Fedone // (cfr. Cristiana Caserta, Socrate e il mare, il modello odissico del Fedone, p.7).

Vorrei essere una sterna paradisea // volare sui cieli artici e antartici // Regina dei 2 movimenti ciclici // polarizzazione dell’Uno

catabasi e anabasi (1) // anabasi e catabasi // come bianco e nero // come, ictus e arsi (1bis)

come Eros (2) unisce uomini e dei // essa collega i due poli // instancabilmente.

respect planet artista contemporaneo catania visionaria rispetto pianeta

Vorrei volare verso la “Tula iperborea” // al di là di Ogigia // mirabile isola (3) // dove è possibile osservare “le rivoluzioni del Sole” (3bis)

verso le regioni boreali e per converso le australi. // Instancabile messaggera // dall’apollineo piumaggio

candida “stola” come “spirito magno” (4) solca l’ “Empireo”.

“Luce intellettual, piena d’amore; // Amor di vero ben, pien di letizia; // Letizia che trascende ogne dolzore”. (4bis)

1mqdb natura primitiva pietra lavica bosco felci acireale sicily needs love rispetta la pietra

Nei suoi ventinove anni di presenza corporea che precedono la sua “metanoia” (4tris) // 7 volte copre il suo peregrinare la distanza tra Terra e Luna // come le 7 note musicali // come i 7 pianeti del cielo di Pitagora (5)

come i 7 metalli del Gong del Borneo (6) // come i 7 chakra (7) // Come le 7 porte di Tebe (8) // Come le 7 corde della lira (9)

Come le 7 sephirot delle 10 potenze spirituali (10) // Come i 7 giorni della settimana // Come i 7 saggi. (11) “Tutto tiene”

come insegnano i grandi Maestri “è il Bene che tiene insieme il mondo”. (12) // Sterna amatissima // portatrice di luce apollinea, cristica // portami con te

portaci con te // verso la “Vibrazione armonica originaria” // il Sacro “OM” (13) // “Domine, fecisti nos ad te, et inquietum est cor nostrum, donec requiescant in te”. (14)

dalla Luce proveniamo e ad Essa aneliamo ritornare.

1mqdb progetto respiro terra arte involontaria casualità dell'azione sicily needs love stazzo acireale

Note: (1) Cfr. Platone, Repubblica, L. III (“testo diegetico-mimetico” (alla maniera dei poemi omerici), discesa di Socrate dall’Acropoli al Pireo, catabasi, cui succede l’anabasi, o risalita) – (cfr. Platone, Repubblica, a cura di Mario Vegetti, BUR, p. 11 introd.). (1bis) ictus: colpo, battuta; arsi: sollevare; come nella tecnica musicale, in special modo nel solfeggio è dato distinguere il ritmo, all’interno dei vari tempi (es.: 4/4 o 6/8) in “battere” e “levare” (per i termini “ictus” e “arsi” cfr. Enciclopedia Treccani rispettive voci). (2) Cfr. Platone, Simposio – (3) Cfr. Platone, Timeo – (3bis) “In altra occasione, abbiamo menzionato, in relazione alla designazione della lingua ‘adamitica’ come ‘lingua siriaca’, la Siria primitiva il cui nome significa propriamente “terra solare”, e di cui Omero parla come di un isola situata “al di là di Ogigia”, ciò che permette di identificarla solo con la Thule o Tula iperborea; “ivi sono le rivoluzioni del sole”, espressione enigmatica che può naturalmente riferirsi al carattere’ circum-polare’ di queste rivoluzioni, ma può anche, nello stesso tempo, alludere a un tracciato del ciclo zodiacale su questa terra, il che spiegherebbe come un tracciato simile sia stato riprodotto in una regione destinata ad essere un’immagine di tale centro.” (cfr. René Guénon, Simboli della Scienza sacra, Adelphi Edizioni, pag. 91). (4) Cfr. Dante, Par. XXX, v. 129 – (4bis) Dante, Par. XXX, vv. 39-42 – (4tris) “trasformazione” (meta nous), oltre il Nous (Platone, Timeo, 47 d-e), “meta nous”, “trasformazione spirituale” (metanoia) – (cfr. Michel Valsan, Sufismo ed Esicasmo, Esoterismo islamico ed esoterismo cristiano”, Ed. Mediterranee, p. 127) “edonen alogon”, piacere irrazionale (Plat., Tim., cfr. Platone, Timeo, a cura di Francesco Fronterotta, Rizzoli, p. 253. (5) Alessandro Barbone, Musica e filosofia nel pitagorismo, La scuola di Pitagora editrice, p. 87.

pietra lavica sicilia d'amare sicily needs love mediterranean island

(6/7) Jaques Viret, Musicoterapia, Pref. Antonello Galimberti, Tr. dal francese Dominique Larson, Simmetria, p. 95. (8/9) Francesca Berlinzani, La Musica a Tebe di Beozia, Tra storia e mito, CUEM s.c.r.l., p. 78 (particolarmente interessante appare il paragrafo“3.2”, della stessa opera, sulla Testimonianza della fondazione sonora di Tebe). (10) Renè Guènon Simboli della Scienza sacra, Adelphi – (11) Uno dei 7 saggi fu Simplicio costretto alla diaspora, assieme ai 7 didascali, o confratelli, in seguito alla chiusura, da parte dell’imperatore Giustiniano (529), della gloriosa “Scuola d’Atene”, fondata da Platone nel 338 a.C. al ritorno dal suo primo viaggio in Sicilia. Platone, Fedone; cfr. Platone, Timeo, a cura di Francesco Fronterotta, BUR, p. 102. Proclo (Costantinopoli, 412 – Atene, 485), è notoriamente considerato uno dei massimi esegeti dell’opera platonica, se non il massimo, a detta  di autorevoli filologi e studiosi come Werner Beierwaltes, il quale scrisse : “L’elemento che mette in moto l’ascesa  dialettica e l’assimilazione al Principio, quell’elemento che sospinge fino al raggiungimento della meta è l’eros. Grazie ad esso, che è per sua essenza “inesauribile amore che porta all’Uno” 1 (si riporta qui di seguito la nota 1 allo stesso testo: “In Parm., VII, 54, 21: amor unius inexstinguibilis”) – (cfr. Werner Beierwaltes, Proclo, I fondamenti della sua metafisica, Vita e pensiero, p. 341). (13) Michel Valsan, Sufismo ed Esicasmo, Ediz. Mediterranee, p. 35. (14) “Domine, fecisti nos ad te, et inquietum est cor nostrum, donec requiescant in te”, “Ci hai fatti per Te Signore e il nostro cuore è inquieto fino a quando non riposiamo in te” (Agostino, Confessioni, 1,1,1);

maurizio militello ricerca antropologica
Componimento Maurizio Militello

Messaggio di armonia cosmica ricco di pregnante, arcaica, vera, essenzialità. I tedeschi legati alla scuola di Erwin Panofsky direbbero, una “kunst wollen” (volontà d’arte), quindi in termini tradizionali, una volontà di armonia… di congiunzione col divino… del resto l’espressione segnica visiva, presto si traduce, come in questo caso, in forma sonora, musicale, in virtù dell’isomorfismo tra le varie “technai adelphai” (scienze sorelle: aritmetica, geometria, musica, astronomia). Vedo sintesi formale, ricerca di armonia cosmica, oserei dire “sete”, che si traduce presto in segno, “un segno sonoro”, come direbbe Macrobio, nel suo Commentariorum al “Somnium Scipionis”, contenuto nel “De Republica”, di Marco Tullio Cicerone, che ricapitola tutta la letteratura filosofica escatologica, ricollegandosi alla grande tradizione segnata nella Repubblica di Platone: la Musica, segnatamente le proporzioni musicali, sono l’emblema del profondo legame tra il kosmos e il “Principium essendi”. (Natasha Fabbri Cosmologia e armonia nel Seicento* , *Lezione tenuta a Firenze il 5 Novembre 2009, nella sala grande del Buon Umore del Conservatorio Statale Musica Luigi Cherubini, nell’ambito dell’edizione 2009 di Pianeta Galileo, Scuola Normale Superiore, Pisa)

segno sonoro arte involontaria
Cena con Isabella Mezzanine Living

Bisogna essere davvero stupidi a voler proseguire i lavori per la metropolitana, bambino ricordo benissimo la strada tremare, la roccia esplodere, la terra soffrire. Irresponsabilità, vanità, spirito posseduto. (Etna needs love)

formikepazze catania visionaria rispetto pianeta fantasia contemporanea
1mqdb rispetto delle risorse limoneti di sicilia oro del mattino riscatta piana oasi playa

quantum art

quantum art, visceral breath, respect for the planet, connection, Aeolian islands, Sicily
arte quantica, respiro viscerale, rispetto pianeta, connessione, isole eolie, Sicilia

Non posso fare altro che immaginare, ricerco e creo quel mondo che sembra svanire ma che in fondo pulsa sempre più forte per ogni traguardo che l’anima sente apparire. Il Sole illumina al tramonto questa parte di sogno. Numeri girano intorno altri numeri. Respiro Viscerale Rispetto Pianeta @ Installazione Quantica Casa Museo Sotto l’Etna

Catania, Parco Madre Teresa di Calcutta

imprints of peace catania parco madre teresa di calcutta
laboratori creativi arte invisibile il teatrino di maric
al teatrino di maric parco madre teresa di calcutta sicily needs love imprins art
imprints of peace world needs love
arte sensibile nuova generazione parco madre teresa di calcutta catania
rispetto pianeta 1mqdb parco madre teresa di calcutta imprints of peace catania
installazione arte involontaria imprints of peace suoni armonici parco madre teresa di calcutta catania

Qualsiasi frase sembra essere superflua all’immensità espressiva dei bambini. Suoni Armonici – Ricerca e confronto nuova generazione, laboratori creativi. Al Teatrino Di MaRìc

bizarre architecture

architettura bislacca iperbolica

Mia con uno sguardo riesce aprirmi il cassetto del consiglio interiore, Zen. Segreto, camminare piano, osservare, risanare visioni, contemplare azioni. Festival dell’ipocrisia, dicono che i rifiuti abbiano superato il limite, nel frattempo i gettoni carburante elicotteri proseguono. Voce Cristica, Architettura bislacca iperbolica. L’importante che ci vogliamo bene, non è una frase leggera. Il volersi bene è tutto ciò che conta. Incontri sono battesimi, siamo troppi e maleducati, dovremmo fare attenzione nel posizionare il nostro ombrellone. La terra dopo millenni di abusi ha bisogno riposare, il canto di un bambino in lontananza viaggia.

space museum

Ex Italcementi Catania, visioni in circolazione

Museo dello Spazio Ex Italcementi Catania, Visioni in circolazione. Adoro la carta del pane, l’inchiostro assorbe luce genuina. Sognatore dello Spazio, tempo vincolato, committenze dall’etere, dipinge, delinea pensiero. Missione, bandiera dell’essere, unione, nessun rimprovero, amore desidera il cuore, esaltazione di ogni passo. Manifestazione, entusiasmo, meta in un miraggio, navigare sopra la mano che accompagna albe e tramonti, illuminazioni continue. Verde Verticale (Pianetini di Pace)

Museo del espacio
космически музей
progetti in adozione arte involontaria il riscatto del cemento

Non è l’Etna a intimorirmi, i vulcani sono coscienti, è l’uomo con le sue vedute futuristiche che dimentica essere primitivo riguardo altre civiltà.

Breath of Etna Volcano

Etna formikepazze
il giardino dentro il giardino villa bellini fontana dei pesci
Etna Catania Via Umberto
Etna Sant'Agata Catania imprints of peace piazza Giovanni Verga

Senza sensibilità non esiste civiltà, senza memoria nessun rispetto, il peso della consapevolezza irradia il tempo. Rispetta la Pietra